Salta il menu e vai al contenuto di pagina
Accendi subito
la nostra migliore energia per la tua casa.
Trend Casa
Il prezzo all'ingrosso più un contributo al consumo.
Energia + Fastweb casa
Energia, velocità e affidabilità.
Crea il clima ideale
con le nostre offerte dedicate al comfort della tua casa.
Caldaia
Cessione del credito al 65% e sconto efficienza.
Climatizzatore
Cessione al 65% e temperatura ideale tutto l’anno.
L’offerta di Plenitude
Per l'efficienza energetica.
Ecobonus 50%
Approfitta dell'incentivo fiscale.
Emobility
Fai il pieno di energia per la tua auto ovunque
Cappottomio
Riduci sprechi e consumi del tuo condominio.
Vuoi anche Internet?
Con Fastweb ti offriamo tutto in un’unica soluzione.
Energia +
FASTWEB
Energia, velocità e affidabilità.
Scopri un’energia nuova
con le nostre soluzioni vantaggiose per te e per l’ambiente.
Fotovoltaico
L’energia è in evoluzione.
Siamo al tuo fianco
per offrirti il supporto di cui hai bisogno, scegli tu come.
Assistenza
Tutti i servizi per gestire in autonomia il tuo cont
Truffe
Scopri con Spotlight come evitarle.
Negozi
Vieni a trovarci allo Store più vicino a te.

Gentile utente,

ci dispiace ma al momento il prodotto che stai cercando non è disponibile.

Scopri le altre offerte

Caldaie a camera aperta

La grande dispersione di energia e la scarsa sostenibilità, determinano la fine della produzione e dell'installazione delle caldaie a camera aperta. D'ora in avanti sarà possibile installare solo caldaie a condensazione, più efficienti e sostenibili rispetto alle caldaie tradizionali grazie al loro sistema di recupero di calore latente.

La legge sulle caldaie a camera aperta

A seguito del recepimento della direttiva europea EcoDesign da parte del Parlamento italiano, non è più possibile installare nuove caldaie a camera aperta. La proibizione comprende anche i casi di sostituzione di una vecchia caldaia con una nuova. La direttiva europea ha imposto la fine della produzione delle caldaie a camera aperta in favore delle più sostenibili caldaie a condensazione. Le caldaie a camera aperta ancora sul mercato possono essere vendute solo fino a esaurimento scorte e solo se siano da installare su impianti termici condominiali dotati di Canna Collettiva Ramificata (CCR). Sono ammesse altre eccezioni solo nei casi in cui venga certificata l’impossibilità di installare nell’edificio una caldaia a condensazione.

Perché «a camera aperta»?

La denominazione di caldaia a camera aperta deriva dalla modalità di prelievo dell’aria per alimentare la combustione. L’aria esterna entra nell’ambiente di installazione della caldaia attraverso apposite aperture praticate sulle pareti esterne e di qui si dirige verso la camera di combustione. Il flusso di ossigeno verso la fiamma, avviene quindi attraverso un tiraggio detto «naturale». Nelle caldaie a condensazione , invece, l’aria arriva alla camera di combustione direttamente dall’esterno, senza transitare nell’ambiente di installazione della caldaia, prelevata da un ventilatore a controllo elettronico, montato nell’apparecchio.

Il tiraggio naturale impone alla caldaia a camera aperta l’allacciamento ad un adeguato scarico dei fumi all’esterno in modo da impedire ai fumi di tornare in circolazione nell’ambiente in cui essa è installata. Questa configurazione presuppone che l’area in cui si trova l’apparecchio goda di una ventilazione adeguata al corretto funzionamento del sistema di scarico. Se interviene qualche problema in questo meccanismo, il monossido di carbonio contenuto nei fumi potrebbe riversarsi nell’ambiente di installazione, con conseguenze pericolose per la salute degli utilizzatori della caldaia.

La temperatura della caldaia a camera aperta

Nelle caldaie a camera aperta, l’energia termica prodotta dalla combustione non viene mai completamente utilizzata a causa della notevole dispersione di calore latente riconducibile al rilascio di acqua allo stato di vapore attraverso il sistema fumario. Questo comporta un incremento della temperatura dei fumi nel camino che può raggiungere valori pari a 130-140° C (il doppio di quanto accade con una caldaia a condensazione).

La sostituzione della caldaia a camera aperta

La normativa europea ha interrotto la produzione e l’installazione delle caldaie a camera aperta. Per questo, dal 2015, chi intende sostituire la propria caldaia è obbligato a installare una caldaia a condensazione. La sostituzione della caldaia è un’operazione semplice, ma che dev’essere ad ogni modo effettuata da tecnici specializzati affinché tutto avvenga in sicurezza.

Data la sua ecosostenibilità rispetto a una caldaia tradizionale, l’acquisto di una caldaia a condensazione è promosso da incentivi statali che permettono un recupero sull’investimento fino al 65% sul totale della spesa. Inoltre, i vantaggi per chi installa una caldaia a condensazione riguardano anche i costi in bolletta. Con una caldaia a condensazione è stimato un aumento dell’efficienza energetica fino al 30%, e un analogo risparmio sui costi in bolletta.

La caldaia secondo Plenitude

Quindi? Vale la pena passare prima possibile ad una caldaia a condensazione. La scelta dell’apparecchio giusto e la sua manutenzione però richiedono, una certa fatica e, soprattutto, competenza. Ma ci si può semplificare la vita se ci si affida a Plenitude. Con L'OFFERTA CALDAIA tutta l’incombenza viene delegata a tecnici specializzati di provata esperienza. Sono loro a:

  • compiere tutte le ricognizioni necessarie per scegliere la caldaia più adatta alla tua casa e ai tuoi consumi;
  • installare la caldaia secondo i requisiti di legge e le migliori pratiche di settore;
  • ritirare e smaltire l’usato;
  • supportarti nelle pratiche per la richiesta delle detrazioni fiscali o gestirle direttamente in caso di adesione alla cessione del credito.


Plenitude assicura caldaie di massima qualità: sono le caldaie ad altissima efficienza Riello. Tutte le informazioni e i dettagli sono consultabili alla pagina dedicata all’OFFERTA CALDAIA di Plenitude.

Gentile utente,

sembra che tu stia navigando il nostro sito da Internet Explorer. Il portale Plenitude non è però ottimizzato per questo browser, che è stato recentemente dismesso. Per un'esperienza di navigazione migliore puoi provare a utilizzare un altro browser, ad esempio Google Chrome, Edge, Safari o Mozilla.